Lazio. Carte Tolemaiche

Il Lazio nelle Carte Tolemaiche Latine d'Italia. <em>Descriptio Italiae Nova</em>. Segmento dell'Italia centrale
Tavola
14
Titolo

Il Lazio nelle Carte Tolemaiche Latine d'Italia. Descriptio Italiae Nova. Segmento dell'Italia centrale

Autore
Ugo Commineau da Mézières, Pietro del Massaio
Disegnatore
Ugo Commineau da Mézières, Pietro del Massaio
Datazione
1471
Descrizione

Segmento della versione latina della Geografia (Cosmoghaphia)di Tolemeo. Carta non graduata, ma si cerca di avvicinarsi alla realtà sia nell'orografia che nell'idrografia, come nella toponomastica in lingua italiana. I toponini sono in nero; i nomi dei popoli in rosso; i nomi di regioni, isole ecc. in rosso, oro e blu; i segni dei centri abitati in oro; l'orografia in terra di Siena; l'idrografia e il mare in violaceo.

Tecnica
Dipinto su pergamena
Dimensioni originali
cm. 45,4 x 80,3
Luogo e data edizione
Firenze 1471
Fonte

A. P. Frutaz, Le carte del Lazio, Roma 1972, II, VII.2, 14.

Nota bibliografica

A. P. Frutaz, Le carte del Lazio, I, VII, Roma 1972, pp. 10-13.

Note

Esemplare presso la Biblioteca Apostolica Vaticana, cod. Urbinate lat. 277, foll. 125-126. Il codice ultimato il 5 gennaio 1472, fa parte del gruppo dei manoscritti tolemaici latini della seconda metà del sec. XV e prodotto dalla bottega fiorentina di Ugo Commineau da Mézières, calligrafo francese, e di Pietro del Massaio miniatore fiorentino, come il cod. Vat. Lat. 5699 del 1469 e il cod. Parigino 4802 dell'ultimo quarto del serc. XV. Le carte geografiche dei manoscritti tolemaici latini prodotti nella bottega fiorentina di Commineau da Mézières-del Massaio, hanno avuto un influsso notevole sul materiale cartografico inserito nei manoscritti tolemaici latini di altra origine e nelle edizioni a stampa della Cosmographia dei secoli XV e XVI.