Roma Antica

Pianta di Roma Antica
Tavola
51
Titolo

Pianta di Roma Antica

Autore
Mario Cartaro
Disegnatore
Mario Cartaro
Datazione
1579
Descrizione

Carta disegnata, incisa e pubblicata da Mario Cartaro con il titolo in alto: CELEBERRIMAE · VRBIS · ANTIQVAE · FIDELISSIMA · TOPOGRAPHIA. La proiezione e la figurazione sono di tipo verticale con alzato. Le indicazioni toponomastiche antiche sono inserite nella pianta, mentre quelle moderne sono elencate in una rubrica posta in basso. In alto a sinistra dedica del Cartaro a Giovanni Giorgio Cesarini, marchese di Civitanova. La dedica incorniciata termina con la data MDLXXIX. A destra avvertenza dell'autore ai lettori in cui egli ricorda la sua pianta di Roma moderna. L'orientamento è con l'indicazione del Nord a sinistra (v. anche tav. 238).

Tecnica
Incisione in rame
Dimensioni originali
cm. 91,15 x 113
Luogo e data edizione
Roma 1579 ed. Mario Cartaro
Fonte

A.P. Frutaz, Le piante di Roma, Roma 1962, II, XXIII, 51.

Nota bibliografica

A.P. Frutaz, Le piante di Roma, I, XXIII, Roma 1962, p. 68-69.

Note

Esemplare presso la Biblioteca dell'Istituto di Archeologia e Storia dell'Arte in Roma: Roma X. 649. Un altro esemplare è segnalato dal Rocchi e dallo Hülsen al British Museum di Londra: S. 155, n. 10. Il Cartaro si ispira alla pianta grande del Du Pérac (v. tav. 37) ed a quella grande del Ligorio (v. tav. 26). Mario Cartaro, incisore ed editore viterbese, operò a Roma tra il 1560 e l 1588.