Roma nel 1561

Pianta di Roma nel 1561
Tavola
229
Titolo

Pianta di Roma nel 1561

Autore
Giovanni Antonio Dosio
Disegnatore
Disegnata da Giovanni Antonio Dosio, incisa da Sebastiano Del Re
Datazione
1561
Descrizione

La carta presenta il titolo in alto: ROMA. La proiezione e la figurazione sono di tipo obbliqua con alzato, orografica. La città di Roma è vista dal Monti Parioli. Le indicazioni toponomastiche sono in latino e in italiano: in parte all'interno della carta e in parte nelle due rubriche in basso. L'orientamento è con l'indicazione del Nord in basso. In basso a sinistra, su di una targa vi è la dedica di Bartolomeo Faleri a Gabriele Paleotti, uditore di rota dal 1556, poi cardinale il12 marzo 1565. L'autore ha dato particolare risalto ai monumenti antichi e alla villa di Giulio II. Inoltre in evidenza sono l'Arco di Portogallo al Corso, il Septizonium e il Campidoglio. Intorno a Castel S. Angelo vi è disegnata la cinta difensiva pentagonale fatta costruire da Camillo Orsini per ordine di Paolo IV nel 1556-1557, travolta poi dall'inondazione del Tevere nel settembre del 1557.

Tecnica
Incisione in rame
Dimensioni originali
cm. 42 x 55
Luogo e data edizione
Roma 1561 ed. Bartolomeo Faleri
Fonte

A.P. Frutaz, Le piante di Roma, Roma 1962, II, CXVII, 229.

Nota bibliografica

A.P. Frutaz, Le piante di Roma, I, CXVII, Roma 1962, p. 176.

Note

Esemplare conservato presso la Biblioteca Vaticana, Riserva S 7, tav. 5. Altri esemplari sono stati segnalati dallo Hülsen e dallo Scaccia Scarafoni. Giovanni Antonio Dosio è un architetto e scultore toscano operante a Roma. Bartolomeo Faleti è un editore di stampe del XVI secolo.