Roma nel 1663

Pianta di Roma nel 1663
Tavola
342
Titolo

Pianta di Roma nel 1663

Autore
Anonimo
Disegnatore
Anonimo
Datazione
1663
Descrizione

La carta porta il titolo in alto entro un cartiglio: ROMA. La proiezione e la figurazione sono di tipo verticale con alzato e senza indicazioni toponomastiche. L'orientamento è con l'indicazione del Nord a sinistra. In alto a sinistra lo stemma di Alessandro VII. A destra lo stemma del cardinale Flavio Chigi al quale la pianta è dedicata. In basso insegne dei XIV Rioni e stemma di Roma. Sotto la scala modulatoria di passi 1.000 che fanno un miglio italiano, con modulo graduato e piede romano di cui 5 fanno il passo.

Tecnica
Incisione in rame
Dimensioni originali
cm. 54,5 x 55,3
Scala
Scala in 1.000 passi che fanno un miglio italiano e, piede romano di cui 5 fanno il passo
Luogo e data edizione
Roma 1663 ed. Giovanni Blaeu
Fonte

A.P. Frutaz, Le piante di Roma, Roma 1962, III, CLIII, 342.

Nota bibliografica

A.P. Frutaz, Le piante di Roma, Roma 1962, I, CLIII, p. 215-216.

Note

Esemplare conservato presso la Biblioteca Nazionale di Roma, 5 Banc. 3.1. Altri esemplari si trovano nella stessa Biblioteca ed alla Biblioteca Vaticana, Racc. I. S142; Chigi S 121. La carta edita da Giovanni Blaeu nel 1663 è stata inserita nella sua opera Theatrum civitatum ed admirandorum Italiae, ad aevi veteris praesentis temporis faciem expressum, Amstelaedami, typis Joannis Blaeu, MDCLXIII, parte I Civitatum et admirandorum Italiae pars prima, tra le p. 1 e 2. Secondo l'Ashby la pianta apparterebbe a Giovanni Battista Falda. Nell'edizione aggiornata del 1704 alla pianta sono stati aggiunti 476 numeri di rubrica e le lettere a-f. La rubrica segue la pianta su due fogli a stampa ed è simile alla pianta grande del Falda.