Roma nel 1697

Pianta di Roma nel 1697
Tavola
378
Titolo

Pianta di Roma nel 1697

Autore
Antonio Barbey
Disegnatore
Antonio Barbey
Datazione
1697
Descrizione

La carta porta il titolo in alto: NUOVA PIANTA DELLA CITTÀ DI ROMA COLL'INDICE DEI TEMPIJ PALAZZI ET ALTRE FABBRICHE ANTICHE E MODERNE, E DIVISA NELLI / SUOI XIIII. RIONI. La proiezione e la figurazione sono di tipo verticale icnografica. Le indicazioni toponomastiche sono in parte all'interno della pianta e parte in una rubrica di 464 numeri. L'orientamento è con l'indicazione del Nord a sinistra entro una rosa dei venti posta in alto a destra. Ai due lati e nel margine inferiore, la rubrica dei palazzi, collegi, conventi, Rioni e delle Chiese (titoli cardinalizi, diaconie e parrocchie). In alto al centro, stemma del Pallavicino. In basso a sinistra "Ant. Barbey sculp.", tra la pianta e la rubrica "scala d'un miglio di mille passi geometrici" con modulo graduato. A destra sul margine esterno la data e la sottoscrizione dell'editore.

Tecnica
Incisione in rame
Dimensioni originali
cm. 53,5 x 58
Scala
Scala espressa in un miglio di mille passi geometrici
Luogo e data edizione
25 maggio 1697 ed. Domenico De Rossi, erede di Giovanni Giacomo De Rossi alla Psce
Fonte

A.P. Frutaz, Le piante di Roma, Roma 1962, III, CLXII, 378.

Nota bibliografica

A.P. Frutaz, Le piante di Roma, Roma 1962, III, CLXII, 225.

Note

Esemplare conservato presso la Biblioteca Nazionale di Roma, P. K. 3. Altri esemplari sono segnalati dallo Hülsen e dallo Scaccia Scarafoni. Il Barbey, che opera a Roma nella seconda metà del XVII sec., è un incisore e riproduce l'icnografia che sta alla base della pianta grande del Falda (v. tav. 357), edita dalla stessa casa De Rossi alla Pace.